Psicoterapia individuale

 

Quando le dinamiche psicologiche diventano disfunzionali e provocano una sofferenza psichica importante, allora esiste l’indicazione per una psicoterapia individuale.

Possono manifestarsi comportamenti a rischio o si può sperimentare malessere psicologico tale da compromettere la qualità della vita e la sfera emotiva e relazionale.

Potrebbe esserci necessità di una psicoterapia nei casi in cui si vivano ad esempio notevoli cambiamenti nel proprio umore (maggiore noia, tristezza o tensione), o una propensione a prendere decisioni istintive ed affrettate; altrettanto utile si rivela l’approccio alla psicoterapia in presenza di ansie eccessive relative al vivere quotidiano o alle proprie relazioni affettive, o in presenza di fobie e di situazioni di dipendenza (da sostanze o altro).

La psicoterapia si struttura all’interno di una relazione tra psicoterapeuta e paziente fondamentalmente basata sull’utilizzo della parola: attraverso quello che viene chiamato ”un contratto terapeutico”, lo psicologo e il paziente si impegnano in un rapporto di fiducia in cui lavorano congiuntamente per arrivare a una nuova comprensione del significato profondo dei sintomi e delle modalità relazionali che provocano sofferenza. Questo processo nel tempo permette al paziente la trasformazione psichica necessaria a trovare nuovi equilibri interni che promuovano  benessere psichico e ad una nuova conoscenza di se stessi.

Nella psicoterapia gli incontri hanno generalmente una frequenza almeno settimanale ed hanno la durata di 50 minuti circa ciascuna; si svolgono in un ambiente accogliente e rispettoso della privacy del paziente.