Psicoterapia di gruppo

 

Nella psicoterapia di gruppo si vive uno spazio nuovo, profondamente diverso dalle altre esperienze di gruppi nella vita quotidiana,  in cui si può confrontare la propria storia personale, in un clima di dialogo e di scambio, con quella degli altri, e trovare nuove chiavi di lettura della realtà, nuovi linguaggi e nuove narrazioni.

La psicoterapia di gruppo è una forma di psicoterapia “praticata dal gruppo nei confronti del gruppo, incluso il suo conduttore” (Foulkes, 1975).

Il gruppo è, infatti, una rete di relazioni in cui ogni individuo porta  un ricco e variegato mondo interno fatto anch’esso di relazioni e lo psicologo, il conduttore, è un facilitatore dei processi, responsabile della creazione e del mantenimento dello spazio di gruppo.

Il confronto con l’altro, che vive anch’egli una condizione di disagio psichico,   malessere,  insoddisfazione,  sofferenza  emotiva, immediata-

mente rompe il muro dell’isolamento e la sensazione di solitudine nel dolore e di incomprensione che generalmente accompagna i momenti più delicati della vita, e questo sblocca delle risorse individuali che possono essere condivise nel gruppo.

Attraverso la costruzione dello spazio di gruppo nel corso degli incontri di psicoterapia, oltre ad apprendere qualcosa di nuovo, in termini di conoscenza razionale delle ragioni e delle modalità dell’altro, spesso diverse dalle nostre, l’effetto del gruppo è proprio quello di apprendere ad implicarsi nella relazione con l’altro, cogliendo non solo i problemi ma anche le risorse per affrontarli. Ci si accorge di come sia possibile, quindi, il passaggio da un desiderio di cui è investito l’altro a un progetto di vita condiviso con l’altro.