Progetto

La parola che spegne il fuoco

 

“La parola che spegne il fuoco” è un progetto di formazione sulla prevenzione della sindrome del Burn-out, che Prospettiva Psi eroga da diversi anni in contesti lavorativi scolastici o sanitari. Il progetto, infatti, riguarda in modo specifico le professioni di aiuto, o i ruoli di cura e di assistenza, che sono i più colpiti da questo tipo di disagio.
La Sindrome di Burn-out è una condizione psicologica che esprime il disagio di chi ha investito molto in un’attività lavorativa e si ritrova ad avere poche soddisfazioni, di chi ha perso qualsiasi entusiasmo per il lavoro, si sente demotivato, scoraggiato o  incapace di reagire. Ci si sente in difficoltà nel rispondere alle  richieste esterne ed interne e ci si rifugia in un atteggiamento difensivo che può avere forti ripercussioni sull’efficienza della struttura.

L’intervento si struttura in incontri di gruppo, all’interno del quale i partecipanti esprimono ed elaborano la propria esperienza, entrano in contatto con le proprie emozioni e con i fattori scatenanti di tali esperienze.

Lo psicologo facilita tali processi attivando le risorse interne dei singoli individui e del gruppo. Attraverso questo percorso si può prendere consapevolezza del proprio ruolo nella struttura, entrare in contatto con le emozioni positive e negative che l’esperienza di lavoro suscita, facilitare lo scambio e la comunicazione all’interno del gruppo di lavoro;

A lungo termine l’intervento di prevenzione ha ricadute positive nell’esperienza emotiva e affettiva dei partecipanti e conseguentemente migliora sia l’efficienza dei processi lavorativi che l’esperienza che gli allievi/pazienti faranno dei servizi forniti dalla struttura.