Intervento di prevenzione

psicologica con gli adolescenti

 

L’adolescenza si caratterizza come un momento della crescita degli individui in cui ai cambiamenti corporei si accompagnano profonde trasformazioni psichiche. Più che in altri momenti della vita tali cambiamenti possono risultare faticosi e disarmonici tanto da costituirsi spesso come vere e proprie crisi adolescenziali. In questo periodo della vita il pensiero su se stessi e sulle cose viene facilmente anticipato da veri e propri acting out che spesso espongono i ragazzi a rischi seri per la propria salute fisica e mentale. In questo momento della vita avviene un naturale allontanamento dalle figure adulte di riferimento ed una apertura al mondo esterno fatto di amici, passioni e adulti esterni al contesto famigliare. Tale aspetto, più di altri, mette in crisi i genitori che sentono di voler aiutare e sostenere i ragazzi nella loro crescita ritrovandosi però totalmente tagliati fuori dalle loro questioni.

 

Perché un gruppo?

La dimensione gruppale in adolescenza diventa di fondamentale importanza perché permette ai ragazzi di sperimentare aspetti diversi del proprio modo di essere con un costante feedback delle loro qualità e criticità. Il gruppo di amici e dei compagni di scuola diventano nuove dimensioni totalizzanti sulle quali i ragazzi compiono investimenti affettivi importanti. Il senso di appartenenza che si sperimenta in un gruppo supporta il diffuso senso di identità che gli adolescenti esperiscono in questo momento della loro vita come naturale fase della crescita. Proporre una esperienza psicologica in gruppo a questo target di utenti permette di accogliere tale tendenza sfruttando le diverse opportunità di crescita e confronto insite in un gruppo condotto da un professionista esperto delle dinamiche psicologiche.

L’attività ha lo scopo principale di fornire un servizio di prevenzione e supporto ad adolescenti favorendo la stimolazione di un pensiero autonomo e profondo sulle diverse tematiche. Il presupposto fondamentale dell’intervento si basa sulla ormai acclarata contrapposizione tra “pensiero” e acting out. Si cercherà quindi di fornire informazioni oggettive rispetto alle diverse tematiche affrontate utilizzando tutte le tecniche psicologiche opportune a stimolare una riflessione su fatti, atteggiamenti, opinioni ed esperienze personali