Consulenza psicologica

 

La consulenza psicologica è un breve percorso di conoscenza tra psicologo e paziente. L’obiettivo della consulenza psicologica è quello di accogliere la richiesta del paziente e provare a concordare insieme la strategia di intervento più efficace.

Generalmente, infatti, il malessere psicologico o un momento di disagio o cambiamento sono caratterizzati da confusione e mancanza di chiarezza negli obiettivi. Quello che si percepisce, spesso, è solo la necessità di “parlare con qualcuno”, “vedere uno psicologo” o di “occuparsi” del problema.

Attraverso un breve ciclo di incontri di consulenza (da 1 a 5, solitamente), se lo psicologo lo ritiene utile con l’aiuto di strumenti di valutazione, si procederà a sciogliere i nodi dei racconti narrati e a produrre una fotografia della situazione attuale più nitida ed utile.

 

L’azione stessa di chiarimento dei confini dell’area problematica e di individuazione di obiettivi di cambiamento produce di solito una sensazione di sollievo e di distensione. Al termine della consulenza psicologica si valuterà, eventualmente ed insieme al paziente, la possibilità di intraprendere un percorso di psicoterapia, con quali obiettivi e con quali risorse.

Come nella psicoterapia i colloqui hanno cadenza regolare (settimanale o bisettimanale a seconda dei casi) della durata di 50 minuti ciascuno. Gli incontri si svolgono presso lo studio del professionista nel pieno rispetto della privacy della persona. Lo psicologo/psicoterapeuta è tenuto ad operare secondo i criteri etici del proprio ordine professionale di appartenenza e quindi al segreto professionale.